| Home | Chi siamo | Componenti | Argomenti utili | Notizie | Attrezzature | Acquista Online | Faq | Contatti |
Servizio online GRATUITO di consulenza a disposizione degli utenti per i loro problemi... Scrivi ai nostri specialisti che risponderanno GRATUITAMENTE entro breve tempo ai tuoi quesiti...
Shopping online integratori
Home arrow Varie arrow Esami urologici

Esami urologici

Stampa E-mail
Indice articolo
Esami urologici
Pagina 2
Pagina 3
Pagina 4
Pagina 5



 

 

 

 

 

 

I PRINCIPALI ESAMI UROLOGICI
che vi verranno effettuati o richiesti nel corso di una visita urologia sono approssimativamente questi:
1. Esplorazione rettale
L'Esplorazione Rettale (ER) è l'accertamento indispensabile per lo studio di qualsiasi patologia alla prostata. E’ un esame semplice grazie al quale l'urologo può individuare l'aumento volumetrico, la consistenza della prostata e l'eventuale presenza di noduli prostatici sospetti per patologia tumorale. Questo esame viene spesso evitato dalla maggior parte della popolazione maschile - probabilmente per ragioni di pudore - anche se si tratta di una visita semplice e indolore, se non in rare eccezioni. Rimane tuttavia un esame che richiede una buona esperienza da parte dell'urologo.
ESPLORAZIONE RETTALE
2. Indagini di laboratorio mirate

Marcatori tumorali …..
a. PROSTATA
• Il PSA(Prostatic Specific Antigen) è un normale esame che prevede un prelievo di sangue per individuare i livelli di antigene prostatico specifico, una glicoproteina prodotta dalla prostata. In presenza di cancro, infatti, i valori del PSA aumentano perché le cellule ghiandolari malate, infiammate o tumorali producono molto più PSA delle cellule normali. Il superamento del valore soglia di 4 nanogrammi per ml deve destare l'attenzione del medico in quanto possibile segno di patologia neoplastica. La conoscenza di questa glicoproteina si è sviluppata ulteriormente analizzando una frazione della stessa (PSA libero) ed il suo rapporto con la quantità totale (PSAtot/PSAfree); quando questo risulta essere basso siamo probabilmente in presenza di una patologia tumorale. Tutto ciò risulta essere particolarmente utile specie nei casi con PSA compreso tra 4 e 10 nanogrammi per ml. Il PSA si è dimostrato il più attendibile fra tutti i marcatori di carcinoma prostatico anche se è sempre da correlare al quadro clinico del paziente; da tenere in considerazioni che quadri di prostatite e di IPB con notevoli aumenti volumetrici della prostata possono comunque alterare in maniera più o meno importante i valori sierici del PSA
b. TESTICOLO
• AFP . Alfa feto proteina .
• Beta HGC
• LDH
c. RENE
• Esame delle urine con studio del sedimento
• Citologia urinaria
d. VESCICA
• Esame delle urine
• Citologia urinaria
• Cistoscopia
e. DISTURBI MINZIONE
• Esame urine con urinocoltura (raccogliere le urine 3 ore dopo la ultima minzione (le prime urine del mattino)
f. UROLITIASI
• Esame delle urine per la ricerca di microematuria
• Esame del sangue per studiare creatinina, fosfatasi alcalina, calcio, acido urico, fosfato, albumina.
• Nella calcolosi recidivante ricercare calcio , acido urico, ossalato e citrato nella urina delle 24 ore.
g. PROSTATITE/URETRITE
• Tampone uretrale
• Spermiogramma con spermiocoltura
• Esame delle urine dopo spremitura della ghiandola prostatica (Test di Meares)
• Sierologia per malattie veneree (Sifilide detta Lue, gonorrea, Chlamidia, herpes genitalis9
h. INFERTILITA'
• Esame microscopico dello sperma e test di microcapacitazione
• Spermiocoltura
• Eco color doppler scrotale per la diagnosi di varicocele.
i. DISFUNZIONE ERETTILE
• Testosterone sierico eventualmente anche il libero per valutare un ipogonadismo
• Glucosio / Hb glicosilata per escludere diabete
• Prolattina

3. Esame delle urine
ASPETTO
Le urine presentano il caratteristico color giallo paglierino per la presenza di piccole quantità di urobilina, del pigmento urocromo ed uroeritrina. Quando l’aspetto delle urine è torbido, la causa potrebbe essere dovuta a precipitazione di fosfati a pH alcalino, presenza di urati in urine acide, piuria (urina maleodorante), presenza di globuli rossi (aspetto fumoso) o presenza di goccioline di grasso (ostruzione dei linfatici addominali). Ci troviamo in presenza di urine rosse, a causa di contaminazione dal flusso mestruale, ematuria (urine fumose, torbide, color rosa), emoglobinuria (rosso chiaro, rosso-marrone), porfiria eritropoietica congenita e cutanea tarda (rosse), alimenti (barbabietole, in soggetti con errore genetico, frescina-colorante). Anche alcuni farmaci potrebbero essere responsabili nella colorazione rossa delle urine: lassativi a base di cascara; chinino; clorochina; fenacetina; fenitoina; ibuprofene; L-Dopa; metil-Dopa; nitrofurantoina; rifampicina; piridio; sulfametossazolo. Le urine sono di colore rosso/arancione a causa dell'urobilinogeno escreto, che è incolore, ma viene trasformato dalla luce e dal pH in urobilina, la quale presenta color rosso-arancione :le urine presentano invece un colore verde/marrone negli itteri ostruttivi (urine con schiuma gialla) ed inoltre esse presentano grandi quantità di bilirubina. Quando l’aspetto delle urine è marrone/scuro, ciò potrebbe essere dovuto alla presenza di acido omogentisico (alcaptonuria), melanina (melanoma maligno), presenza di emoglobina che, a riposo, per trasformazione in metemoglobina, si scurisce.
COLORE:
il colore delle urine varia normalmente tra il giallo paglierino e l’ambra, ma può anche assumere colore dal rosso al blu per l’assunzione di numerosi farmaci o coloranti senza che ciò abbia particolare significato patologico. Valori di colore normali: giallo oro limpido.
giallo intenso che può essere determinato da ipertermia (Termine medico usato per indicare una temperatura corporea estremamente elevata).
PH URINARIO
Il pH esprime la misura dell’acidità o della alcalinità di qualsiasi sostanza, compresa l'urina. La scala del pH varia da 0 a 14 e la neutralità è indicata da 7. Più basso è il valore del ph rispetto a 7, più è acida una soluzione, maggiore è questo valore rispetto a 7, più essa è alcalina. L'acidità dell'urina, a differenza di quella del sangue, varia nell'arco della giornata. Questo test serve a confermare la diagnosi delle alterazioni dell'equilibrio acido-basico. Inoltre, consente di diagnosticare i calcoli delle vie urinarie e di seguire la terapia. In caso di calcoli, infatti, le urine sono costantemente acide, con Ph inferiore a 5. Altri fattori che possono rendere le urine acide sono: dieta iperproteica; dieta ricca di frutta (mirtilli); ingestione di farmaci (cloruro di ammonio, metionina); acidosi respiratoria; acidosi e alcalosi metabolica; alcalosi ipopotassiemica (vomito prolungato); ipercorticosurrenalismo. Le urine possono essere alcaline a causa di: farmaci (bicarbonato di sodio, citrato di potassio, ecc.); dieta ricca di agrumi; alcalosi metabolica; alcalosi respiratoria; infezione da Proteus e Pseudomonas. L’esame si svolge su campione di urine ed il valore normale varia da 4,6 (dopo i pasti) a 7,8 (al mattino a digiuno).
GLUCOSIO
Il glucosio è uno zucchero semplice (monosaccaride) ed è la principale fonte di energia dell’organismo per il metabolismo delle cellule. Normalmente nelle urine deve essere assente. Una sua presenza indica generalmente tubulopatie, glicosuria renale semplice, fruttosuria,galattosuria, lattosuria, pentosuria. Un aumento del glucosio nelle urine, contemporaneamente ad un aumento della glicemia nel sangue, potrebbe essere indice di diabete mellito, acromegalia, sindrome di Cushing, ipertiroidismo, feocromocitoma, pancreatite cronica avanzata, neoplasia pancreatica, fibrosi cistica avanzata, emocromatosi, asfissia, tumore o emorragia cerebrale (ipotalamo), ustioni estese, uremia, insufficienza epatica grave, sepsi, shock cardiogeno, assunzione di corticosteroidi, ACTH, diuretici tiazidici, estroprogestinici.

 

INFORMAZIONI



 
< Prec.   Pros. >






Brea Shop Cart

BREA Shop
Il carrello Ŕ vuoto.

Collaboratori


patrizio vicini collaboratore
studio gallo collaboratore

Dr. Davide Barletta davide barletta quad

Vedi la bio e curriculum

Amb.: Viale Montegrappa 8/A  Pavia

2016 Brea s.r.l. | Grosseto p.iva 01365550530 | Cap.Soc. 10.000 int.ver. | Rea 117639 Cam.Comm. di Gr n.01365550530 | Condizioni | Privacy policy