| Home | Chi siamo | Componenti | Argomenti utili | Notizie | Attrezzature | Acquista Online | Faq | Contatti |
Shopping online integratori
Home arrow Argomenti utili arrow Deficit erettile

Deficit erettile

Stampa E-mail
Indice articolo
Deficit erettile
Pagina 2
Pagina 3

 

Eiaculazione precoce

Quando non sei in grado di avere o di mantenere una erezione sufficiente per un rapporto sessuale e quando questo ti accade sempre ti puoi definire impotente o meglio 'affetto da un deficit erettile'. Il termine di impotenza non viene piu' usato.
Non te la prendere, a tutto c'e rimedio.

Perche' nell'uomo si sviluppa un deficit erettile

Prima di tutto devi sapere che con l'aumentare dell'eta' aumenta la prevalenza del deficit. Gia nei soggetti oltre i 30 anni, si hanno manifestazioni di deficit nel 2-4-% dei casi, oltre i 40 anni si sale fino a percentuali del 6 -7 %, mentre a 65 anni la prevalenza e' del 25 %.

Le cause sono molteplici:

* Psicogene
* Neurologiche
* Endocrine
* Cardiovascolari
* Iatrogene da antipertensivi, antidepressivi, tranquillanti, antiulcera, estrogeni, antiaondrogeni, diretici tiazidici, radioterapia pelvica, chirurgia pelvica (prostatectomia, cistectomia)...
Inoltre si puo ricordare il soprappeso, l'insufficienza renale, l'epatopatie cirrotiche, i tumori.
Anche le influenze psichiche , l'abuso di farmaci, i vizi (fumo ed alcool)...le malattie del pene...
Importante e' comunque sapere che :
* nel 70 % dei casi hai un defici erettile psicogeno
* nel 6 % dei casi hai un deficit organico
* nel 24 % dei casi hai un deficit da forma mista (psicogeno + organico).

Come faccio a sapere se ho un deficit psicogeno...

E' semplice. A grandi linee si puo' dire che se ti accorgi di avere nella notte ma soprattutto nella mattina delle erezioni vuol dire che i meccanismi della erezione sono conservati. Se questi non sono conservati (come avviene per le malattie organiche)...le erezioni spontanee non ci sono. E' quindi importante capire subito la causa poiche' dal suo allontanamento dipendera' la ripresa della attivita' sessuale. Ma anche se questo non fosse possibile, una erezione si ottiene sempre e con svariati metodi.

Che cosa si deve fare quando si manifestano i primi sintomi di un deficit erettile...

Puoi andare dal tuo medico il quale prima di inviarti dallo specialista ti fara' effettuare degli esami di pertinenza generale per escludere alcune cause di grandi malattie.
Pertanto la prima valutazione del tuo deficit parte dal medico curante che ti richiedera' alcuni esami ematici:
- LH (ormone luteinizzante), FSH (ormone follicolostimolante), TESTOSTERONE TOTALE e suo rapporto Libero/totale. Ti servono per escludere la causa ormonale del deficit.
- Glicemia e curva da carico glicemico per escludere un diabete
- Emocromo con ematocrito, trigliceridi e colesterolo e colesterolo Hdl
- Transaminasi got - gpt - gamma gt per escludere una epatopatia
- Creatinina , urea per escludere insufficienza renale
- Ormoni tiroidei T3, T4 e TSH basale per esclude ipo o ipertiroidismo
- 17 idrossicorticosteroidi urinari per escludere una sindrome adrenogenitale.
- 17 chetosteroidi urinari per escludere una sindrome di Cushing
- esame delle urine con studio del sedimento, urinocoltura ed antibiogramma.
- Spermocoltura
- Tampone uretrale
Fatti questi esami sei pronto per andare dallo specialista: questi ti sottoporra' ad una serie di domande: la cosiddetta anamnesi dalla quale potra' ricavare utili informazioni per valutare soprattutto la gravita del tuo deficit.
Effettuata l'anamnesi ti saranno richiesti ulteriori esami di tipo strumentale.

Ecografia dell'apparato urinario

Esclude placche e fibrosi dei corpi cavernosi.

Misurazione delle erezioni notturne con apposito strumento.

Si devono verificare e registrare 4 - 6 erezioni per notte. E' una condizione di normalita'. Oggi sostituito dalla metodica in real time misurazione della erezione dopo somministrazione intracavernose di prostaglandina: si associa quindi il test della erezione farmacoindotta.
Si valuta il grado di rigonfiamento ed il grado di rigidita'

Eco color doppler.

Serve a misurare il flusso sanguigno nell'arteria responsabili della erezione. Si stabilisce che in queste arterie il flusso deve essere aumentato fino a due tre volte quello basale.

Cavernosometria e cavernosografia dinamica.

Valuta l'insufficienza venosa.

Potro' riavere delle erezioni normali o tanto meno la possibilita' di effettuare rapporti sessuali soddisfacenti...

Enormi progressi sono stati fatti nella conoscenza dei meccanismi erettivi: per mezzi di questi esistono varie forme di trattamento sia medico che chirurgico specifiche per ciascuno dei tipi di deficit erettile. Basti fare l'accenno alla terapia orale della disfunzione erettile con yohimbina, con sildenafil e prossimamente con la apomorfina : per quest'ultima e' addirittura prevista l'assunzione per via sublinguale.

TERAPIA DEL DEFICIT ERETTILE
IL RUOLO DELL’OSSIDO NITRICO (NO) NELLA EREZIONE PENE
Elemento molto importante nella comprensione del meccanismo fisiologico della erezione è il ruolo dell’ossido nitrico (NO).

 

INFORMAZIONI



 
< Prec.   Pros. >






Brea Shop Cart

BREA Shop
Il carrello Ŕ vuoto.

Collaboratori


patrizio vicini collaboratore
studio gallo collaboratore

Dr. Davide Barletta davide barletta quad

Vedi la bio e curriculum

Amb.: Viale Montegrappa 8/A  Pavia

2016 Brea s.r.l. | Grosseto p.iva 01365550530 | Cap.Soc. 10.000 int.ver. | Rea 117639 Cam.Comm. di Gr n.01365550530 | Condizioni | Privacy policy