| Home | Chi siamo | Componenti | Argomenti utili | Notizie | Attrezzature | Acquista Online | Faq | Contatti |
Servizio online GRATUITO di consulenza a disposizione degli utenti per i loro problemi... Scrivi ai nostri specialisti che risponderanno GRATUITAMENTE entro breve tempo ai tuoi quesiti...
Shopping online integratori
Home arrow Varie arrow Le emorroidi

Le emorroidi

Stampa E-mail
Indice articolo
Le emorroidi
Pagina 2

 

 

 

 

LE EMORROIDI - BREAVEN, meliloto, rutina, diosmina

 
EMORROIDI


Le EMORROIDI,

ovvero la sindrome emorroidaria, affliggono gli uomini da millenni.
Il termine emorroide veniva infatti usato da Ippocrate per designare le emorragie provenienti dai vasi del retto. Oggi per emorroide si intende una dilatazione varicosa della rete venosa sottomucosa del canale anale che può essere causa di emorragia. Le emorroidi si presentano come dilatazioni fusiformi o ampollari delle vene poste a cavaliere tra i due sistemi venosi, quello della vena porta e quello della vena cava, per cui possono essere sintomatiche di una cirrosi epatica.La posizione eretta della razza umana per la mancanza di valvole, le cardiopatie, le epatopatie, la gravidanza, gli sforzi frequenti e la stitichezza ne facilitano l’insorgenza.

CLASSIFICAZIONE

1° grado: praticamente asintomatiche.
2° grado: sintomo principale è l’emorragia occasionale, le emorroidi fuoriescono per rientrare subito dopo la defecazione.
3° grado: il prolasso dei gruppi interni e la loro riduzione potrà avvenire solo manualmente.
4° grado: il prolasso emorroidario non si riduce neppure manualmente.

SINTOMATOLOGIA
Prurito: più o meno intenso .
Emorragia: generalmente di scarsa entità spesso poche gocce, cessa spontaneamente col chiudersi dell’ano o dopo la riduzione manuale.
Prolasso: può rimanere localizzato oppure interessare tutta la circonferenza anale.
Dolore: raro, solo se è presente trombosi.
COMPLICANZE
La trombosi acuta: caratterizzata dalla comparsa brusca di una tumefazione anale molto dolente..
Lo strozzamento emorroidario: è uno stadio successivo alla congestione e compare quando vi si associa spasmo dello sfintere interno : i gavoccioli non ritornano in sede ( riposizione manuale in genere associata a sfinterotomia laterale sinistra in urgenza) , compare la trombosi e la guarigione è lunga e associata a dolore di notevole intensità .
L’anemia ipocromica: è provocata da continue emorragie anche se piccole. E’ necessario, però, escludere altre patologie come la rettocolite ulcerosa, il morbo di Crohn, la poliposi, l’adenocarcinoma del retto ed il carcinoma anle.
DIAGNOSI
L’esame obiettivo e la esplorazione rettale indirizzano in genere verso la diagnosi.
L’anuscopia fa vedere i gavoccioli emorroidali interni che si “affacciano nel lume dello strumento stesso.

 

INFORMAZIONI



 
< Prec.   Pros. >






Brea Shop Cart

BREA Shop
Il carrello Ŕ vuoto.

Collaboratori


patrizio vicini collaboratore
studio gallo collaboratore

Dr. Davide Barletta davide barletta quad

Vedi la bio e curriculum

Amb.: Viale Montegrappa 8/A  Pavia

2016 Brea s.r.l. | Grosseto p.iva 01365550530 | Cap.Soc. 10.000 int.ver. | Rea 117639 Cam.Comm. di Gr n.01365550530 | Condizioni | Privacy policy