IN CASO DI COLICA RENALE E' SEMPRE GIUSTIFICATO L'USO DI UN ANTISPASTICO ?

E’ questa un’inveterata quanto ingiustificata abitudine della medicina tradizionale italiana. Oltre manica (scuola anglosassone) ed altre oceano gli antispastici non si usano. Si usano gli antidolorifici, poiché il paziente ha bisogno di lenire il dolore che parte dalla ostruzione provocata dal calcolo. Paradossalmente l’antispastico,   riduce  la possibilità d’eliminare il calcolo ureterale e non è dimostrata l’efficacia maggiore rispetto all’antidolorifico. Sarebbe consigliabile l’utilizzo di antidolorifici maggiori, anche stupefacenti associati ad antistaminici, per quelle coliche che non rispondono alla categoria degli antidolorifici-antiinfiammatori non steroidei (o FANS).