PERCHE' NON ESISTE CHIAREZZA NEL CAMPO SPECIFICO DELLA CALCOLOSI ?

Al momento è una malattia non ben conosciuta dalla classe medica in generale
e dagli specialisti che preveniscono affrontarla subito con mezzi chirurgici. Attualmente  gli studi sulle cause della litogenesi hanno portato all’ingresso in commercio di varie sostanze, proposte a vari livelli , come la panacea della colica e della calcolosi renale.
Alcune documentatre scientificamente sono entrate a pieno diritto nella penna dello specialista. Altre , sono prescritte a scopo taumaturgico , ma senza un criterio scientifico adeguato. (Cioè senza la mancanza di pubblicazioni in merito.
I farmaci da utilizzare per la profilassi della calcolosi urinaria sono i citrati (calcoli di ossalato, acido urico…) a dosaggi discreti 2 – 4 grammi al giorno per almeno due mesi. (vedasi meccanismo di azione nel sito alla voce Breaston , componenti…).
Utile , e documentato anche in bibliografia l’utilizzo del Phyllantus niruri .
Tali sostanze in associazione all’apporto idrico adeguato, alle terapie antibiotiche, alle misure dietetiche impediscono la formazione delle recidive, e contribuiscono alla espulsione di frammenti specie dopo un trattamento ESWL.