Domande frequenti su prostatite, calcolosi, infezioni, sangue, peyronie

Quale è la procedura diagnostica corretta?

E fondamentale una buona raccolta delle informazioni cliniche del paziente, focalizzando l'attenzione su farmaci e alimenti, sull'abitudine al fumo, sulla presenza di sintomi irritativi minzionali, di un'eventuale colica renale precedente l'ematuria.

Segue quindi una visita accurata del paziente, con particolare attenzione ai segni di anemizzazione, alle evidenze urologiche, con la palpazione renale e sovrapubica e l'esplorazione rettale e/o vaginale.